http://www.associazioneala.it/wp-content/uploads/2012/07/P1030327.jpg

Rapid Fire – Scenario “Alture di Seelow”

La battaglia delle alture di Seelow

Scenario di Alessandro Guidi – Regolamento Rapid Fire II

La battaglia delle alture di Seelow è stata combattuta tra il 16 e il 19 aprile 1945 in Pomerania. La IX Armata tedesca, comandata dal Generale Heinrici, si dispose a difesa in trincee non completamente finite sulle alture di Seelow a Ovest del fiume Oder, l’ultimo sbarramento naturale prima di Berlino. Il maresciallo Žukov, a capo del I Fronte Bielorusso, lanciò un attacco massiccio e frontale contro tali difese. Solo dopo tre giorni di battaglie e sanguinose perdite i Russi riuscirono a sfondare e a dirigersi su Berlino per l’ultima battaglia.

Lo scenario rappresenta una condensazione dei tre giorni di battaglia e dura dodici turni.

I tedeschi partono schierati a ovest (sinistra) del filo spinato (barbed wire) e possono occupare le trincee e le case dei paesi come meglio credono. I rinforzi tedeschi entrano dal lato sinistro del campo dalla quinta mossa nell’ordine e nel modo che i tedeschi preferiscono.

I russi entrano dal lato destro del campo (est) ed hanno diritto alla prima mossa. Le fanterie iniziano il movimento dal lato ovest del fiume Oder (attraversato nella realtà in più punti nei giorni prima in previsione dell’attacco), i carri devono entrare attraverso le due strade e relativi ponti (che non possono essere distrutti). Nella prima mossa non è previsto “reserved fire” per i tedeschi. I rinforzi russi entrano a discrezione.

I russi vincono se antro la dodicesima mossa hanno portato almeno 15 uomini e 2 mezzi a toccare il bordo ovest (sinistro) del campo. In caso contrario vincono i tedeschi.

Mappa

Battle for heights Seelow

 Visualizza le foto nella pagina dedicata ad Hellana Games 2012




There are no comments

Add yours


− 6 = tre