http://www.associazioneala.it/wp-content/uploads/2022/04/WOG_2022_4_G0-1050x787.jpg

Evento Wings of Glory – 20 marzo 2022

L’Associazione Ludica Apuana ha organizzato il consueto evento di Wing of Glory, il 20 marzo 2022 presso lo Sporting Club “Le Pinete” a Marina di Massa.

Sono passati più di 2 anni dall’ultimo evento Wings of Glory organizzato dalla nostra associazione. Le restrizioni dovute alla pandemia hanno impedito di porterci “assembrare” per una giornata di gioco. Inoltre l’andamento della curva dei contagi ci ha obbligato a rinviare questo evento già programmato per il 16 gennaio scorso. Ci dispiace che abbiamo potuto solo ospitare chi avesse il green pass rafforzato e che la situazione pandemica non ancora risolta abbia scoraggiato alcuni.

Con piacere abbiamo potuto godere di un tempo quasi primaverile e di una sala piuttosto grande che ci hanno permesso di evitare eccessivi assembramenti e di sfruttare gli spazi esterni per togliere ogni tanto la mascherina e parlare tranquillamente.

E’ stato bello ritrovare i vecchi amici, che sono venuti dalla Liguria, dall’Emilia Romagna, dal Lazio e da buona parte della Toscana, e nuovamente li ringraziamo per la buona riuscita di questa giornata. Ci fa sempre piacere avere tra i giocatori Andrea Angiolino, Roberto Di Meglio e Leonardo Rina. L’impeccabile pizza, la gentile accoglienza di Simone ed un brindisi a Carlo hanno completato questa piacevolissima giornata.

Come da tradizione tutti i partecipanti hanno avuto in omaggio un modello offerto gentilmente dalla Ares Games che ringraziamo per l’insostituibile supporto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

PREPARAZIONE

I 18 giocatori si sono divisi in due gruppi, Austriaci ed Italiani, e hanno potuto calarsi nella situazione bellica del fronte italiano del giugno 1917. I tre tavoli di gioco rappresentavano l’aerea sul fronte alpino e prealpino tra il sud Trentino, l’altopiano dei Sette Comuni e le prealpi Bellunesi. Nel 1916 gli Austriaci con la Stafexpedition avevano provato a sfondare il fronte italiano con l’obbiettivo di tagliare fuori tutta la zona orientale del Friuli e del Veneto. Il comando italiano nel 1917 progettava di effetturare una azione energica proprio in questa zona per consolidare il fronte e ridurre la pressione austriaca sul fronte dell’Isonzo. Il supporto aereo era fondamentale. Le squadriglie italiane avevano il compito di preparare il terreno al successivo attacco delle truppe di terra. I preparativi dell’attacco italiano non sfuggirono agli Austriaci che fecero le loro contromosse per ostacolarlo.

Ogni gruppo aveva a disposizione 18 aerei suddivisi in 6 squadriglie/flick che rappresentavano le unità, i modelli ed i piloti (assi) realmente presenti sul fronte degli altopiani durante la prima parte dell’estate 1917. I modelli sono stati raccolti con l’aiuto dei partecipanti ed alcuni sono stati realizzati appositamente per l’occasione.

SQUAD FLICK

La zona del fronte è stata rappresentata su tre tavoli (120×180 cm) dove risultava visibile la linea del fronte (linea rossa), le zone montuose con le differenti quote (aree marroni e grigie), i principali centri abitati (individuabili da una cartolina d’epoca) e gli obbiettivi indicati da un punto interrogativo

CARTOLINA

Le aree marroni potevano essere sorvolate a partire da quota (pirolini) 2 ed uno step salita e le aree grigie a partire da quota 4 ed uno step salita. Non tutti gli aerei potevano sorvolare le zone grigie delle vette.

QUOTE

I tavoli sono stati identificati come Ovest,Centro ed Est.

Tavoli

Gli obbiettivi non erano inizialmente noti e dovevano essere individuati da una ricognizione aerea prima di poterli attaccare. Entrambe i gruppi dovevano distruggere o danneggiare Truppe di riserva, Sede del comando, Scalo ferroviario, Campo d’aviazione, Fortificazioni, Osservatori di artiglieria e Batterie A.P.

Gli austriaci avevano come obbiettivo principale individuare e distruggere il Concentramento di truppe italiane pronte per l’offensiva, mentre gli Italiani dovevano individuare e distruggere l’Aeroscalo dei dirigibili che venivano usati per bombardare le città le insatallazioni italiane.

A questo punto le Squadriglie italiane e le Flick austriache erano pronte a svolgere le azioni di ricognizione, bombardamento e scortaIl gruppo Austriaco ed il gruppo Italiano hanno potuto decidere la strategia per gli obbiettivi da colpire e lo schieramento delle squadriglie/flick.

FASI DI GIOCO

Lo schieramento nel primo turno di gioco è stato il seguente:

Tavolo

Regia Aerenautica

k.u.k. Luftschifferabteilung

OVEST

31° Squadriglia+ 78° Squadriglia

Flick Bombardieri+Flick 24

CENTRO

2° Squadriglia+ 91° Squadriglia

Flick 5+Flick 48

EST

79° Squadriglia+ 112° Squadriglia

Flick 17+Flick 21

Nel tavolo OVEST gli italiani hanno scoperto 3 obbiettivi e gli austriaci solo 2 perdendo un caccia.

Nel tavolo CENTRO sia gli italiani che gli austriaci hanno scoperto 2 obbiettivi, inoltre gli austriaci hanno abbattuto l’asso italiano Ruffo di Calabria esploso al primo colpo ricevuto.

Nel tavolo EST gli austriaci hanno scoperto 2 obbiettivi ed hanno abbattuto ben 4 aerei italiani che pur avendo individuato i 3 obbiettivi non sono riusciti a rientrare oltre le linee italiane.

Foto Tavolo Ovest

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto Tavolo Centro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto Tavolo Est

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al termine della prima sessione di gioco , contando solamente gli aerei abbattuti e le sole carte obbiettivo nascosto “?” rivelate , non essendo stati fatti attacchi a fortezze o osservatori di artiglieria, il punteggio era 15 per gli austriaci e 9 per gli italiani.

Nel secondo turno di gioco il gruppo Austriaco cercando di sfruttare il vantaggio acquisito ha deciso di attaccare su tutto il fronte in particolar modo sul Tavolo OVEST dove aveva individuato il Concentramento di truppe italiano. Gli italiani non avendo scoperto l’Aeroscalo dei dirigibili hanno deciso di attaccare sui Tavoli OVEST e CENTRO, mentre sul tavolo EST giocavano in copertura.

Lo schieramento nel secondo turno di gioco è stato il seguente:

Tavolo

Regia Aerenautica

k.u.k. Luftschifferabteilung

OVEST

2° Squadriglia+ 91° Squadriglia

Flick Bombardieri+Flick 24

CENTRO

79° Squadriglia+ 112° Squadriglia + 31° Squadriglia

Flick 17+Flick 21

EST

78° Squadriglia

Flick 5+Flick 48

Nel tavolo OVEST gli italiani hanno distrutto un obbiettivo e gli austriaci hanno neutralizzato il Concentramento di truppe italiano.

Nel tavolo CENTRO gli italiani hanno distrutto 2 obbiettivi ed abbattuto 4 aerei austriaci mentre gli austriaci non conseguivano successi.

Nel tavolo EST gli austriaci non sono riusciti per poco a neutralizzare 2 obbiettivi, ma hanno perso 2 aerei.

Foto Tavolo Ovest

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto Tavolo Centro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto Tavolo Est

Questo slideshow richiede JavaScript.

RISULTATO FINALE

Al termine della seconda sessione di gioco, i conteggi dei punti e la verifica delle condizioni di vittoria hanno dato il seguente esito:

REGIA AEREONAUTICA    31  Punti vittoria;

K.U.K. LUFTSHIFFERABTEILUNG     25 Punti vittoria.

Gli Italiani hanno ribaltato il vantaggio austriaco del primo round avendo alla fine abbattuto un maggior numero di aerei (7 vs.5) e distrutto più obiettivi.

La missione primaria ha visto prevalere gli Austriaci che sul fronte Ovest hanno spostato in avanti la linea del fronte (5 km); la missione secondaria invece non è stata conseguita da nessuno dei due contendenti.

CONSIDERAZIONI FINALI

Le nuove home rules introdotte relative al passaggio sopra le montagne e all’artiglieria Anti Aerea , hanno ben funzionato e sui tavoli si è giocato senza grossi intoppi ; quello che non si sapeva era se le condizioni di vittoria ed i punteggi assegnati ai singoli obiettivi, fossero bilanciate e coerenti non essendo stato possibile svolgere un adeguato play test.

Rivedendo i fogli dei conteggi dei danni abbiamo notato che si gli Italiani sono stati più efficaci nell’abbattere aerei ed hanno attaccato solo 5 obiettivi di terra su 9, ma distruggendone 3. Gli Austriaci invece hanno attaccato 7 obiettivi su 9 e li hanno danneggiati tutti. Purtroppo alcuni non sono stati distrutti solo per  1-2 punti resistenza e ne hanno distrutto solo 1, il Concetramento di truppe Italiane  che avrebbe impedito agli italiani l’offensiva sull’Ortigara.

Per cui volendo correggere le condizioni di vittoria per rigiocare lo scenario potremmo ipotizzare un bonus per la missione primaria e la distruzzione dell’obiettivo strategico segreto per i due schieramenti.

Quindi con tale ipotesi potremmo, in questo caso, parlare di un sostanziale pareggio e  forse con un leggero vantaggio austriaco anche se al C**O non si comanda e gli Austriaci hanno avuto senza dubbio sfortuna a non riuscire a distruggere i bersagli a terra.

DOCUMENTI DA SCARICARE

 Fronte Alpino 1917_Regolamento Italiani

Fronte Alpino 1917_Regolamento Austriaci

CARTE ASSI_da stampare

Cartoline

 




There are no comments

Add yours


× 1 = cinque